Armi scacciacani: Quali sono le differenze con quelle da softair?

ragazzo con pistola scacciacaniScacciacani e softair

Le cosiddette scacciacani sono di fatto delle pistole ma sparano a salve. Per ovvie ragioni di sicurezza, possono essere caricate solo con proiettili a salve ed è impossibile per la loro conformazione inserirvi proiettili veri. Alla vista sono tali e quali alle vere armi da fuoco tranne che per la presenza di un tappino rosso in cima che serve proprio per distinguerle dalle prime.

Per detenere una scacciacani non occorre essere in possesso del porto d’armi, quindi si risparmia una trafila burocratica non indifferente con relativi costi annessi. Inoltre, le pistole scacciacani non vanno denunciate e non occorre alcun apposito permesso per poterle portare con sé.

Come funziona una scacciacani

E’ la fedele riproduzione di una vera arma da fuoco sia esteticamente sia per quel che riguarda il meccanismo di funzionamento di caricatore e grilletto. Riproduce persino lo stesso rumore all’atto dello sparo.

E’ questa la caratteristica che ne ha determinato il nome. Infatti, le pistole scacciacani emettono all’atto della detonazione lo stesso rumore di una vera arma da fuoco che spaventa in generale gli animali e innanzitutto i cani. Da qui il termine di scacciacani.

L’unica differenza rispetto a una pistola vera consiste nella canna perché quella di una scacciacani non permette il passaggio di nessun tipo di proiettile, inteso come proiettile vero. Infatti, per queste riproduzioni di armi le pallottole sono formate dal solo bossolo, sono prive della parte di metallo e dell’ogiva in piombo.

Di conseguenza, questa pistola non è in grado di sparare e colpire persone, animali o cose, ma emette lo stesso rumore e anche una sorta di fiammata che fuoriesce da apposite fessure. Ci sono in commercio anche modelli di scacciacani che non hanno la canna ostruita e pertanto è quasi impossibile distinguerle da una vera pistola.

Caratteristiche di una softair

Come le scacciacani, anche le softair sono la riproduzione fedele di una vera arma da fuoco. Chiamate anche air soft gun (in italiano armi ad aria compressa) a differenza delle scacciacani sparano anche si tratta solo di piccoli pallini in plastica biodegradabile da 6 mm. Sono pertanto innocui per le persone e per gli animali.

Vengono utilizzate in alcune pratiche sportive, nell’allenamento delle forze dell’ordine Polizia e Carabinieri e per attività ludiche. Generalmente i campi da allenamento e/o gioco sono urbani oppure boschivi. Ci sono vari enti sia a livello regionale che nazionale che coordinano queste attività come ad esempio la Federazione Italiana Giochi Tattici (FIGT), i Gruppi Autonomi Softair e la Federazione Italiana Soft Air (FISA).

Le softair si dividono in due categorie principali:

  • ASG a molla rinforzata dove lo sparo avviene per il movimento di una molla appunto collegata ad un pistone che genera lo sparo che rilascia i pallini-munizioni;
  • AEG (dove la e sta per electric) che sparano sempre attraverso una molla ma qui è collegata a un motore elettrico che dà la carica che attiva la detonazione.

L’attività sportiva praticata con queste armi ad aria compressa è il softair che consiste in pratica nella simulazione di un’azione militare. L’abbiamo ereditata dal Giappone dove si praticava già negli anni Ottanta. E’ riconosciuta dal CONI come attività sportiva dilettantistica.

Va esercitata in sicurezza, in spazi appositi e con l’impiego di attrezzatura adeguata per proteggere viso e soprattutto gli occhi dai piccoli proiettili di plastica.

Anche nel caso delle armi ad aria compressa, come per le scacciacani, non occorre essere in possesso del porto d’armi, non vanno denunciate e non occorre alcun apposito permesso per poterle portare con sé.

La differenza principale tra scacciacani e softair

Le softair a differenza delle scacciacani espellono dei proiettili. Anche se si tratta di minuscoli pallini di plastica, bisogna considerare che la potenza della spinta che ricevono sommata alla distanza più o meno ravvicinata in cui si trova l’eventuale involontario “bersaglio” può generare un danno più o meno grande alla persona o all’animale colpito, soprattutto al viso e in particolare naturalmente agli occhi.

La differenza principale tra scacciacani e softair o armi ad aria compressa consiste infatti nel fatto che la prima emette solo il rumore della detonazione e, a parte un grande spavento, non può arrecare alcun danno fisico.

E’ però consigliabile per la vostra sicurezza e per quella altrui di non rimuovere mai il tappino rosso posto in cima alla canna per evitare che la vostra scacciacani venga confusa con una vera arma da fuoco, soprattutto per alcuni modelli in cui la canna non è ostruita e pertanto non impediscono il passaggio del bossolo.

La softair è in grado di espellere dei proiettili che possono causare danni a persone, animali o cose, anche se generalmente lievi in base alla distanza da cui è partito il colpo. Per l’utilizzo delle armi softair bisogna pertanto rispettare determinate regole ovvero recarsi in spazi appositi e dotarsi di attrezzatura protettiva adeguata.

Come scegliere la scacciacani più adatta alle vostre esigenze

Il sito di cui vi abbiamo parlato prima, presenta foto e descrizioni dettagliate dei vari modelli di scacciacani con indicazione delle caratteristiche del prodotto, dei prezzi proposti dai vari siti dei fornitori che le commercializzano. Nella scheda prodotto il sito riporta minuziosamente le informazioni inerenti il colore, l’impugnatura, il peso, la lunghezza, le dimensioni del collo, il materiale, il calibro del caricatore, la quantità di colpi, il tipo di funzionamento (automatica, semi-automatica), se le batterie sono incluse, i tempi di ricarica e le valutazioni dei clienti che hanno già acquistato la stessa pistola.

Vengono inoltre messi in evidenza i modelli più venduti nell’anno corrente e le offerte più interessanti disponibili considerando il rapporto qualità-prezzo. Nella sezione blog del sito si trovano sia le recensioni dei clienti sia i commenti e le informazioni tecniche.

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *